Milano è sicuramente la capitale italiana della mobilità condivisa, ormai si fa quasi fatica a contare tutti i servizi a disposizione dei cittadini tra car, scooter e bike sharing. Oggi, proprio nel pieno della Milano Design Week, arriva il nuovo servizio di scooter sharing Zig Zag, già disponibile da diverso tempo nella Capitale. Il servizio Zig Zag è il degno erede di Enjoy, almeno nella sua versione scooter ormai non più disponibile, poiché sfrutta dei motocicli a tre ruote proprio come faceva Enjoy con i Piaggio mp3, mentre il nuovo Zig Zag ha una flotta di Yamaha Tricity 125.

scooter sharing Zig Zag, ZigZag, enjoy, scooter milano, scooter sharing , zigzag casco, zigzag come funziona

Il funzionamento è del tutto analogo a quello che già conosciamo. Ci si registra gratuitamente tramite app, fornendo i dati della patente (A o B) e di una carta di credito, ed una volta attivato l’account si può iniziare il noleggio degli scooter. Il tempo di prenotazione è di 30 minuti, mentre la tariffa al minuto è di 0,29€. Sono previste tariffe scontate per noleggi più lunghi: 14,90€ come tariffa oraria e 59€ come tariffa giornaliera. In base al tempo di utilizzo ci verrà automaticamente addebitata la tariffa più conveniente. Nel sottosella e nel bauletto degli scooter di Zig Zag sono disponibili due caschi di due diverse misure ed un set di sottocaschi igienici usa e getta. È ovviamente possibile parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu (ma non su quelle gialle riservate ai residenti) ed entrare in Area C.

Attualmente gli altri servizi di scooter sharing del capoluogo lombardo sono Mimoto ed eCooltra, entrambi però dotati di una flotta di scooter (a due ruote) completamente elettrica. Per questa ragione l’autonomia dei mezzi dei due concorrenti è più limitata e l’area di copertura del servizio non si spinge alle zone più periferiche della città. Al contrario lo scooter sharing Zig Zag sfrutta mezzi a benzina e può porsi come alternativa utile grazie ad un’area di copertura potenzialmente più ampia.

scooter sharing Zig Zag, ZigZag, enjoy, scooter milano, scooter sharing

Come abbiamo detto all’inizio, ormai a Milano – ma anche, in misura minore, in altre città – i servizi di mobilità condivisa sono davvero numerosi, e per gestirli tutti non è affatto conveniente aprire un’app alla volta per vedere di quale compagnia è il mezzo più vicino. Per risolvere questo problema si può ricorrere però all’ottimo servizio fornito dall’app Urbi, di cui ho parlato nel dettaglio in questo articolo.